Il top del 2004

Visto che ormai siamo approdati a un nuovo anno, vediamo di guardarci un momento indietro per ritrovare le notizie più importanti del 2004 nel *nostro* settore d’interesse…
Lasciamo il compito di fare queste “summae” (aka “top ten”) a due tra le più importanti e autorevoli testare giornalistiche su internet: Today e NewsForge
Buona lettura… 🙂

“NewsForge looks back on the key stories of 2004”
da NewsForge, che sembra preferire un riassunto fatto dai propri redattori.

1) Novell completa l’acquisto di SUSE, rilasciando la nuova versione di Suse Linux (gennaio)
Annunciata nel 2003 e completata nel 2004, l’acquisizione è sicuramente la storia più importante per Linux da diversi punti di vista.
Primo tra tutti perché Novell è un vecchio veterano sopravvissuto col suo Netware in un mondo dominato dai Microsoft…
Abbiamo assistito alla sua rapida riconversione in “Linux company”, che dovrà tenere a mente 2 cose per andare avanti e non gettare al vento la ottima Suse: che con una distro Linux non ci sono grossi margini da fare e che non si può tagliare qualità e servizi per fare affari con Linux.
In bocca al lupo, allora!!! :))

2) Sun fa pace con Microsoft (aprile) e rende Solaris (novembre)
Stiamo aspettando a breve il rilascio ufficiale di “Open Solaris” (derivato da Solaris 10) con una licenza ad hoc in via d’approvazione.
Ci sono stati alcuni problemi a superare gli ostacoli di pezzi di codice proprietario lì presenti, e la cosa ha ancora da concretizzarsi, ma Sun si è anche dedicata ad attaccare Red Hat, principale competitore nel mercato Linux, e a fare accordi con Microsoft per far interagire dei loro prodotti.

3) Introdotto nuovo modello di sviluppo per Linux (maggio)
Torvalds ha messo in opera delle nuove procedure per regolare lo sviluppo del kernel, con nuove procedure di responsabilità raccomandate dagli esperti di .

4) Dominio di Linux tra i super computer (giugno)
Così è: con Linux è molto più facile tirare su dei “cluster” di computer, che permettono di farli lavorare tutti assieme allo stesso progetto, e ad oggi risulta che è presente su più della metà di questi sitemi e in 4 su 5 dei più potenti, incluso BlueGene/L di IBM e il sistema NASA/Ames Columbia.

5) Dell rilascia il primo desktop con Linux “firmato” (luglio)
Dopo averlo negato per un po’, Dell ha dovuto ammettere di stare vendendo dei Pc “Dell” con Linux preistallato, tramite il suo partner italiano Questar. Il computer è un Opteron 170L minitower, con Linspire 4.5 e 3 anni di assistenza.

6) OpenBSD e Net BSD introducono il supporto SMP (fine anno)
Alla fine anche loro ce l’hanno fatta, a inserire il supporto al multiprocessing simmetrico, che Linux già da tempo vantava.

7) SCO e la disputa sui brevetti (annuale)
Dal marzo 2003, in cui denunciò IBM per violazione di brevetti sul suo codice Unix System V presenti in AIX di IBM, si è passati da 1 a ben 5 miliardi di $ richiesti, e vedremo il caso in tribunale la prossima primavera. Lontani dall’aver minimamente provato le loro affermazioni, gli unici ad averci guadagnato sono gli avvocati pagati da SCO diversi milioni di $ (più di 20 in tutto). Contenti loro…
SCO ha anche presentato altre denunce contro DaimlerChrysler, Novell, AutoZone e Red Hat.
Nel marzo scorso saltò fuori un’interessante lettera “Halloween X” in cui appariva Microsoft (strano… :)) dietro a un finanziamento “istituzionale” di 50 milioni di $ per SCO da 2 banche, affinché continuasse le azioni legali intraprese…

8) Firefox ammacca per bene IE (novembre)
Non poteva mancare! Non dico altro sul browser più fiammeggiante di sempre (oltre che invitarvi ancora al download! :)) se non qualche cifra: dopo aver raggiunto 1 milione di download in soli 4 giorni (ora siamo a oltre 12 milioni) in nemmeno un mese il suo utilizzo è passato dal 3 al 4%, con un avanzamento relativo quindi del 33% (il mese prima era al 13%); alla Mozilla foundation si aspettano di raggiungere il 10% del mercato entro fine 2005.

9) OSDN diventa OSDG (luglio)
Ammesso che non sia proprio un grande evento per tutti, meno che per quelli di Newsforge, si tratta del fatto che il loro gruppo editore ha cambiato denominazione introducendo nuovi servizi e rilanciando vecchie e nuove testate.
Questo in realtà è un bene anche per noi che seguiamo, ovviamente, perché l’informazione in una società chiamata appunto “dell’informazione” è tutto… 🙂

10) Non c’è, è solo una “Top 9″… 🙂

Prossima pagina: Linux Today

“Top 10 Linux Today Stories of 2004”
da Linux Today, che ha scelto di segnalare le 10 storie più lette in assoluto nell’anno passato.

10) La licenza di XFree86 fa ripensare le strategie delle distribuzioni (febbraio)
XFree86 era l’ambiente a finestre più usato dalle varie distribuzioni, ma il cambio di licenza che ha operato il suo creatore Dawes lo ha messo in contrasto con la licenza GNU sotto cui sono rilasciati parecchi programmi OS, rendendo difatto incompatibile la reciproca convivenza. La soluzione adottata è stata quella di rimpiazzare XFree86 con X11.

9) L’affare “SCO” (gennaio)
Ancora tiene banco, e chissà per quanto lo farà, la vicenda che ha visto SCO rivoltarsi contro IBM e il mondo Linux, cancellando pian piano tutto il rispetto, le simpatie e i profitti economici guadagnati in anni di onorata attività.

8) Novell annuncia Evolution 2.0 e il rilascio di Connector sotto licenza OS (maggio)
L’atteso exploit della celebre suite di email-PIM (personal information management) ex-Ximian-ex-Suse diventa matura e s’interfaccia da Software Libero con la rete Ms Exchange.

7) Ballmer ridacchia per le sventure di Linux (febbraio)
Oltre a riempire l’aria con l’eco di ricerche truccate dovunque andasse, e invece di cercare effettivamente di migliorare i prodotti di casa propria, il simpatico vice di Gates s’è permesso di ridere per i problemi di Monaco nel passare a Linux, salvo doversi ammutolire per la successiva decisione cittadina di passare *interamente* dalla parte del SL…

6) Il codice di SCO rubato in Linux non può essere mostrato (gennaio)
Tra brevettabilità del software e “prendere i fatti” Microsoft, gli umoristi si sono scatenati di più sul caso SCO…

5) IBM lancerà Ms Office per Linux (febbraio)
Rivelazioni IBM di piani per portare o emulare la suite di Redmond con il pinguino, ma a tutt’oggi se ne sa davvero poco di più…

4) Perché gli utenti Linux odiano Red Hat (maggio)
La comunità, nonostante il progetto , non ha ancora perdonato al Cappello rosso il fatto di essere uscita dal campo delle distribuzioni gratuite, e tuttavia RH resta ancora la distro di bandiera per Linux. Un’analisi dei fatti.

3) Samba 4 raggiunge la fase “Susan” (novembre)
Ovvero quando la vita privata degli sviluppatori di SL s’intreccia con il loro lavoro, come nel caso del signor Tridgell (capo sviluppatore di Samba) e della sua signora Susan…

2) Aldilà di un Java Open source (febbraio)
Ancora oggi aspettiamo tutti che il codice di java venga rilasciato come SL, nonostante che Sun abbia fatto pace con la vecchia rivale Microsoft…

1) Siti bloccati e uso equo (maggio)
Il caso di CMP Media che ha bloccato i link che Linux Today faceva ai propri articoli per questioni di copyright, nonostante seguisse come tanti siti delle regole di “uso equo” di tali contenuti. Ma per fortuna questo rimane un caso isolato.

Nessun tag per questo post.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *