The Document Foundation annuncia LibreOffice 3.4

LibreOffice annuncia 3.4, una nuova versione della suite libera per ufficio per la produttività personale rilasciata da una comunità di sviluppatori sponsorizzati e volontari, e supportata da una comunità globale di volontari. 3.4 è la seconda major release della suite dal momento dell’annuncio di The Document Foundation nel settembre 2010 e integra i contributi di oltre 120 sviluppatori (sei volte il numero di quelli della prima beta rilasciata il giorno dell’annuncio).

La maggior parte di questi 120 nuovi contributor ha iniziato a lavorare sul codice di LibreOffice da meno di otto mesi: un risultato eccellente rispetto a OOo, che in dieci anni aveva attratto un numero inferiore di sviluppatori indipendenti. “Noi ci teniamo agli sviluppatori, e i risultati si vedono”, afferma Italo Vignoli, portavoce e membro dello Steering Committee di TDF. “I core developer hanno inventato il meccanismo degli easy hack, che permette agli sviluppatori volontari di conoscere il codice di LibreOffice in modo facile e divertente, mettendo alla prova i propri skill su progetti di piccole dimensioni e complessità”.

“Una volta completati i primi easy hack, i contributor sono pronti per passare alle attività più complesse”, commenta Michael Meeks, uno sviluppatore senior che lavora per SUSE Learn More. “Abbiamo investito una percentuale importante del tempo nella formazione dei nuovi sviluppatori, per aumentare il numero delle persone in grado di lavorare alla soluzione dei bug, e allo di patch e funzionalità. Questo viene progressivamente riflesso nella qualità del software e nel numero di nuove funzionalità delle prossime release”.

LibreOffice 3.4 aggiunge nuove funzionalità a Calc, con una maggiore velocità e una migliore compatibilità con i fogli elettronici di Excel, e Pivot Table – il nuovo nome di DataPilot – con il supporto per un numero illimitato di campi e i “named range” come fonte dei dati. L’interfaccia utente di Writer, Impress e Draw è stata migliorata in diverse aree, e diverse modifiche “cormetiche” sono state applicate alla versione , con un miglior motore di rendering del testo e una migliore integrazione dei temi GTK+. Sotto il profilo del codice, diverse migliaia di righe di commenti in tedesco sono state tradotte in inglese, e oltre 5.000 linee di codice “morto” sono state rimosse da Writer, Calc e Impress.

La prima versione della serie 3.4, LibreOffice 3.4.0, è indirizzata ai membri della comunità e agli utenti più avanzati, e non dovrebbe essere utilizzata in ambiente aziendale. The Document Foundation ha spiegato che con la calendarizzazione dei rilasci – la migliore strategia per un ambiente di sviluppo cooperativo e distribuito – la versione migliore per un utilizzo a livello aziendale comincia dalla versione x.x.1. Per questo motivo, LibreOffice 3.3.x verrà aggiornato per diversi mesi, fino alla fine del 2011, a vantaggio degli utenti più prudenti.

LibreOffice 3.4 può essere scaricato da http://www.libreoffice.org/download. Una lista completa delle funzionalità e delle patch si trova online a questo indirizzo – https://www.libreoffice.org/download/3-4-new-features-and-fixes/ – con numerose schermate.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *