Un’altra megamulta alla Microsoft da parte dell’Antitrust UE

we suck moreLa notizia di oggi è da prima pagina. Per la prima volta in 50 anni una ditta non si è adeguata alle decisioni dell’Antitrust europeo, ed è proprio la di Gates.

E così ecco che arriva le seconda mazzata da 899 milioni di Euro, dopo la prima del 2004 da 497 milioni. Nulla di preoccupante per il patrimonio Gates, ma se il buongiorno si vede dal mattino, all’ora della pausa caffè la situazione per loro non migliora, anzi.

Questo nonostante tutte le rassicurazioni della Microsoft stessa che in questi anni ha sempre dichiarato di volersi adeguare. Promesse che la Commissione ha valutato siano rimaste tali, senza corrispettivo.
Sono passati 4 anni e il risultato è questo. C’è ancora chi si fida di loro?…
Ricordiamo che nel frattempo la UE ha aperto altre due indagini, contro le politiche adottate in favore di Office e Internet explorer.

Ma se ci pensiamo un attimo, la situazione istaurata da questo evidente e pesante “trust” è anomala anche per gli Stai uniti, e quindi un po’ per tutto il mondo. Non dimentichiamoci che una decina di anni fa la MS era sotto accusa in vari stati degli USA proprio per causa di trust, e che si stava arrivando al suo smembramento almeno in 3 società, come per il caso AT&T.
Poi 8 anni fa il vento politico cambiò e tutti i procedimenti vennero chiusi in fretta e furia…

Viene da domandarsi anche se l’apertura della Ms a certi tipi peculiari (inventati da loro) di licenze open sia un reale caso…

Per chi volesse saperne di più, vi consiglio di seguire i link nelle note.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *