Approfondimenti

Trattazioni più approfondite su un tema specifico

Pagina 2 di 3123

Migrazione di brevetti da Windows a Linux

Grazie alla OIN (Open Invention Network), formata da aziende rivali di Microsoft e grandi utilizzatrici di GNU/Linux (citiamo solo Ibm e Red Hat), 22 brevetti stanno per essere portati in pochi mesi dalla casa di Redmpnd alla comunità del software libero, perché ne benefici Linux e i suoi utenti per quanto riguarda la protezione da essi. La transazione in realtà non è così diretta, visto che c'è un intermediario in Allied Security Trust, formata da giganti come Hp, Google, Verizon e altri. che ha comprato a un'asta privata i brevetti che sono stati presentati come riguardanti Linux stesso. Adesso essi passeranno di mano verso la OIN, e quindi saranno donati alla comunità FLOSS. Continua a leggere

Lettera aperta contro l’obbligo di rettifica

Punto Informatico ha appena pubblicato una lettera aperta dell'Istituto per le Politiche dell'Innovazione rivolta ai presidenti dei gruppi del senato, in occasione della prossima votazione del maxi-emendamento di cui abbiamo apralto quanche giorno fa, che se approvato stravolgerebbe la natura e la struttura stessa della rete in Italia, fatta di web 2.0, inforamizone e opinioni. Leggerla aiuta a capire meglio molte cose e il perchè della protesta che sta montando in rete. Ecco anche qui il testo, nella speranza che venga ascoltato da chi di dovere! Continua a leggere

Le alternative a MS Office

Un amico ci ha segnalato questo video, interessante in quanto da un lato mostra l'attenzione crescente verso certe tematiche, e dall'altro per quello che dice al minuto 2.40... :)
Continua a leggere

È passato un anno e la “vista” non migliora…

Che motivo c'è per scrivere un articolo su un argomento che non interessa a nessuno? Curiosità? Farsi due risate? Schiarirsi la vista sugli eventi? O anche consegnare ai motori di ricerca un altro commento su eventi che dovrebbero essere in bella vista?...
Chi lo sa, fatto sta che è passato un anno e non basta il tempo di uscita, non bastano pacchetti di servizio, non c'è niente da fare questa vista rimane avvolta nella nebbia e non si riesce a vendere.

Ma come? Non è accattivante? Non è spettacolare? Non è “migliore”?... Continua a leggere

Rimborso di Windows? È un diritto averlo, e la garanzia non decade.

Mi sento un po' come Gabanelli di Report che da la “good news”, e anche se la notizia non è così fresca, l'argomento è sempre di grande attualità e continuo interesse, per tutti quanti.
Questa che citerò è una voce in più, importante, che si aggiunge al coro del “si-può-fare”, e ci dobbiamo battere e ribattere sopra nella speranza che da un caso isolato diventi una pratica comune, cosicché forse sarà la parte in causa stessa che cambierà atteggiamento nei confronti di tutti.
Cosa voglio dire? Che farsi rimborsare il sistema operativo acquistato “per forza” assieme a un portatile è possibile, anzi, è solo questione di avere pazienza nel portare avanti il procedimento. Se lo facessero in tanti, la musica cambierebbe e probabilmente diventerebbe la norma.
Ma vediamo da dove parte il nostro discorso. Continua a leggere

È arrivato Linux Fedora 8

Fedora 8 Werewolf is here!A tre giorni dalla sua uscita, finalmente ho scaricato la versione “live i686” di Fedora 8, l'ultima fatica della omonima comunità che da qualche anno sviluppa la vecchia distribuzione “Redhat” e la rende liberamente scaricabile in binario per tutti; ricordiamo che dalla 7 non è più solo "core" avendo fuso due repositori di programmi importanti.
C'è sempre molta attesa ogni volta che esce una nuova Fedora, perché questa è tra le più grandi in termini di sviluppo e comunità, storica distribuzione di GNU/Linux, soprattutto adesso che Linux è diventato così popolare e sta conquistando la curiosità e gli hard disc non solo di ditte ed enti con esperti informatici, ma anche degli utenti di personal computer che cercano un nuovo modo di fare Informatica, ripulito da virus e insicurezze di rete. Continua a leggere

Una ventata di compatibilità

Anche se rimane vero che sono "tempi duri per i troppo buoni" tuttavia Linux nei confronti dell'hardware ha raggiunto un buono stato di compatibilità, nel senso che ormai non sono poi così tanti gli attrezzi collegabili a un Pc con Linux che rischiano di non andare.
Quasi tutte le schede madri, hard disc, lettori dvd, tastiere, mouse, schede di rete, lettori di schedine usb, sono sulla lista dei buoni, senza contare quelli che funzionano magari non al 100% ma in modo soddisfacente, tipo diverse schede video. Se pensate che 10 anni fa per avere il supporto a un dato lettore cd dovevamo ricompilare il kernel, è un gran bel passo in avanti!
Se un dispositivo non viene riconosciuto al volo, che si fa? O si va sul sito del produttore in cerca di driver (moduli) oppure ci si rivolge alla rete, ai forum, tramite i motori di ricerca... Continua a leggere

Linux, Vista e la libertà dell’Informatica

Abbiamo seguito la genesi e lo sviluppo di qusto articolo nelal lista principale del gruppo no1984.org, e subito dopo la pubblicazione su Punto Informatico, per cui era pensato, pubblichiamo molto volentieri in versione integrale questo bellissimo pezzo del nostro amico Daniele Masini, sulla libertà dell'Informatica e i crescenti pericoli cui oggi è sempre più soggetta.
Per esserne consapevoli. Per reagire. Per imparare, capire e far capire. Perchè nessuno ci tolga la libertà di fare Informatica come meglio crediamo. Continua a leggere

Finalmente Pirandello e Deledda sono liberi, ma la Siae…

Al primo gennaio 2007 sono passati 70 anni da quel 1936 in cui morirono due tra i più bravi e famosi scrittori del '900 italiano: Luigi Pirandello e Grazia Deledda.
La legge italiana del 1942 impone che le opere di un'autore rimangano sotto diritto d'autore fino a 70 anni dopo la morte di questo., quindi da adesso in poi per la legge italiana costoro sono LIBERAMENTE pubblicabili da chiunque, fanno parte ormai del Pubblico dominio che è l'immenso bacino che sottrae la cultura da ogni scopo commerciale e restituisce ogni opera all'umanità per la più libera e completa fruizione.
Ma c'è qualcuno che non è d'accordo: la Siae, che tramite il suo studio legale ci fa sapere che dobbiamo aspettare ancora qualche anno per la scadenza dei diritti. E come mai? Continua a leggere

Brevetti sw – forza ragazzi!!

Non faccio commenti per scaramanzia, ma guardate cosa ho trovato scritto stanotte su importanti siti internet di informazione sul voto di domani...
Leggete perchè chi scrive non è il "solito" (per quanto apprezzabile) Slashdot, ma sono grossi calibri come Reuters, Financial times, Businessweek, Forbes... Continua a leggere
Pagina 2 di 3123